Calzature antinfortunistiche – indispensabili per la sicurezza sul lavoro

, , Leave a comment

Le calzature antinfortunistiche sono indispensabili per la sicurezza sul lavoro. Esistono due principali categorie di lesioni del piede legate alle attività produttive. La prima comprende gli infortuni da impatto sul piede, da compressione e da taglio. Il secondo gruppo comprende i danni da scivolamento e cadute in cui le calzature potrebbero giocare un ruolo. Le lesioni del piede possono essere probabili anche in ufficio, oltre che in ambienti industriali, ma i problemi in questo caso sono di natura diversa.

Particolari condizioni di lavoro, come lo stare a lungo in piedi, possono causare piede dolorante, vesciche, calli, piede d’atleta, fascite e artriti. Anche se queste non possono essere considerate lesioni professionali in senso stretto, possono avere gravi conseguenze per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro. Provocano dolore e stanchezza e la fatica predispone il lavoratore ad un aggravamento dei disturbi che colpiscono muscoli e articolazioni.

Inoltre, il lavoratore sofferente è meno attento e preciso con conseguenze anche gravi. Infine, scarpe poco aderenti e pavimentazioni in cemento possono causare la cronicizzazione dei problemi legati alla salute del piede. Indossare la calzatura giusta è indispensabile per creare un ambiente di lavoro più sicuro e efficiente.

La valutazione del rischio

calzature antinfortunisticheLe scarpe da lavoro devono essere resistenti, affidabili e conformi alle norme EN ISO 20345. Stivali e calzature di sicurezza sono definiti per legge “Dispositivi di Protezione Individuale” e vi sono molti casi in cui la normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro le rendono obbligatorie. Questi DPI hanno diversi livelli di protezione ed è importante garantire il livello di protezione corretto a seconda dei rischi potenziali per assicurare la massima tutela della salute del lavoratore.

I fattori di rischio possono includere: l’impatto da parte di oggetti pesanti, provocando ferite da schiacciamento; il contatto con oggetti affilati, col rischio di perforare la suola o la punta; l’assorbimento di sostanze come acqua, olio, materiali fusi o irritanti; la permanenza a temperature estreme; il rischio da scarica elettrica.

Sicurezza e confort

Le calzature vengono indossate per molte ore al giorno e devono quindi offrire comfort oltre alla sicurezza, perché gli infortuni sul piede possono avvenire in qualsiasi momento ed è essenziale indossare sempre la scarpa di sicurezza adeguata. Queste scarpe sono concepite in modo da mantenere il piede stabilizzato, impedendo lo spostamento accidentale e le sue conseguenze.

Il piede è una struttura complessa formata normalmente da 28 ossa che regge il peso dell’intero scheletro e può andare incontro a diverse patologie oltre che a fratture, lussazioni, problemi di cattiva circolazione del sangue. Tramite la pelle, così come qualsiasi altra parte del corpo, può assorbire sostanze dannose che entrano in circolazione e danneggiano l’intero organismo.

Qualsiasi sia il luogo di lavoro, un ospedale o un cantiere, una fabbrica o un automezzo, è indispensabile indossare le calzature antinfortunistiche che proteggono il piede da impatti, prevengono le cadute ma preservano anche la salute del piede di chi sta molte ore in posizione eretta.

Fonte: http://www.scarpeantinfortunistiche.org/

 

Leave a Reply